POMPA DI FILTRAZIONE A VELOCITA’ VARIABILE PER PISCINE: TUTTO QUELLO CHE C’È DA SAPERE!

Circolazione e filtrazione sono i primi due aspetti da considerare quando si parla del funzionamento di una piscina.


Il motivo è semplice: per garantire una elevata qualità di balneazione è necessario che l’acqua sia tenuta costantemente in movimento per essere filtrata e trattata così da avere un filtro sempre pulito e l’acqua sempre depurata.


L’elemento preposto allo svolgimento di questo compito è la pompa di circolazione (o filtrazione), tanto da essere spesso considerata il cuore pulsante dell’intero impianto.


POMPA DI FILTRAZIONE: QUALE SCEGLIERE?

Tradizionale o di ultima generazione? Dipende dalle esigenze, ma anche dalle dimensioni della struttura, dell’impianto e dagli optional installati.


Ma andiamo con ordine!


Fino a qualche tempo fa, si pensava che più l’acqua giungesse al filtro velocemente, migliore sarebbe stato il risultato finale e per questo motivo le pompe maggiormente utilizzate erano quelle tradizionali, a velocità singola, senza però considerare tutti i possibili contro che ne sarebbero potuti derivare, primo fra tutti il dispendio energetico e gli elevati costi di gestione.


In realtà, per lavorare in modo efficiente e mantenere la piscina in buone condizioni, l’acqua deve raggiungere il filtro in maniera costante:


  1. più bassa è la velocità di filtrazione, migliore sarà la qualità del processo;
  2. più lentamente l’acqua passa all’interno del materiale filtrante (sabbia, vetro o cartuccia) più facilmente lo “sporco” rimarrà intrappolato.


Questo ti fa capire come sia di fondamentale importanza che pompa e filtro vadano di pari passo e abbiamo una portata simile: il filtraggio non avverrà mai in maniera corretta se la pompa fa circolare l’acqua troppo velocemente!



POMPA A VELOCITA’ VARIABILE PER PISCINE: I VANTAGGI DI DIVERSE VELOCITA’

Una pompa a velocità variabile è dotata di appositi controller che consentono di regolare la velocità a seconda delle necessità.


Per esempio:

• per mantenere l’acqua in buone condizioni, bisognerà impostare una velocità minima;

• per un trattamento intensivo, o durante la stagione estiva, servirà una velocità più alta;

. per l'utilizzo di pulitori elettronici, si ritornerà su una velocità molto bassa (o, in alcuni casi, è consigliabile addirittura spegnere la pompa);


Ma oltre a questo, ci sono tantissimi altri vantaggi:


ECO-SOSTENIBILITÀ E RISPARMIO ENERGETICO

Con una velocità minore si riduce anche il consumo di energia con dei benefici sia in termini economici che di sostenibilità ambientale – tematica che sta sempre più a cuore alla maggior parte dei clienti.


MIGLIORE QUALITÀ DELL’ACQUA

Come abbiamo già detto, circolando l’acqua lentamente, la qualità della filtrazione sarà migliore e non ci sarà bisogno di eccedere con i prodotti chimici dedicati al trattamento dell’acqua stessa, garantendo sempre una perfetta sanificazione e disinfezione dell’impianto (anche durante i mesi invernali o di inutilizzo della piscina con il vantaggio di non doverla per forza coprire).


MAGGIORE SILENZIOSITÀ

Rispetto alle pompe tradizionali, quelle a velocità variabile funzionano in modo più silenzioso. Un vantaggio importante se la pompa è posizionata nei pressi dell’abitazione.


CONTROLLO DA REMOTO

Grazie ad apposite App, è possibile controllare la pompa a distanza attivandola o disattivandola all’occorrenza.


CONCLUSIONI

Una pompa a velocità variabile ha un costo leggermente più elevato rispetto a una pompa “classica”, è vero, ma l’investimento iniziale è compensato dai numerosi vantaggi che presenta questo strumento e dall’importante risparmio sul consumo elettrico: quasi l’80% in meno rispetto ad una pompa tradizionale di pari potenza.

Copyright © 2021 Vannini Aqua & Pool S.r.l. - P.Iva 02814791204
Company Info | Privacy policy | Cookie policy | Preferenze Cookie