Rivestimento in PVC armato alcuni chiarimenti

Come già parlato in un'altro post, il rivestimento della nostra piscina può essere realizzato in diversi materiali. PVC armato saldato in opera, LINER pre-formato in un unico "sacco", piastrelle oppure intonaci o vernici appositamente dedicati. Oggi volevamo parlare del rivestimento in PVC armato saldato in opera. Questo tipo di rivestimento è quello che va per la maggiore , negli ultimi anni, nella realizzazione delle piscine interrate. Oggi sono disponibili numerosi colori, beige, bianco, azzurro, verde, giallo ecc. Oltre alla possibilità di avere anche dei teli in PVC con stampato il disegno del mosaico per soddisfare le esigenze di tutti i clienti. Questo materiale è caratterizzato da una notevole elasticità e una massima tenuta idraulica. Un'altra caratteristica è la flessibilità. E' infatti un "telo" di PVC di spessore di circa 1,5mm che viene srotolato, copiando perfettamente le forme della piscina, e poi sovrapposto alle estremità, circa 5cm,  dopo di che viene saldato con uno speciale "phon". Una volta saldato tutto il telo si passa alla verifica delle saldature con un attrezzo che permette di individuare eventuali punti in cui la saldatura non ha preso. Nel qual caso si procede alla riparazione. Dopo di che si passa alla finitura, si "stuccano" le saldature con PVC liquido per ridurre al minimo l'impatto visivo.

                                                Rivestimento scala interna 2


Con questo materiale è possibile rivestire anche le scale, sia interne che esterne tipo scala romana, costruite nelle piscine. Il PVC per le scale, o per zone inclinate come le spiagge, ha una rugosità più marcata, il colore è uguale a quello del telo per le pareti ed il fondo, per garantire più attrito ed evitare possibile scivolate. Se dentro la piscina viene saldato, sulle sommità delle pareti è agganciato ad un profilo, di plastica o di alluminio, che ne impedisce lo sganciamento e la caduta. Una volta rivestita la piscina si passa alla flangiatura dei componenti. I componenti della piscina sono dotati di doppia , una sotto e una sopra il telo, guarnizione. La guarnizione superiore è applicata alla cornice del componente che viene fissata al componente mediante viti, garantendo così la tenuta idraulica. E' bene considerare una cosa, il telo in PVC è il "vestito" della nostra piscina e come tale si comporta. Mi spiego meglio. Se le pareti o il fondo della vasca presentano irregolarità o imperfezioni, il telo le ripropone tali e quali. Se le pareti non sono in squadro oppure non sono perfettamente a piombo ecco che il telo, soprattutto nel caso di pareti lunghe, farà delle pieghe o dei difetti. Anche il profilo di aggancio superiore, quello montato sulla sommità delle pareti sotto il bordo, se chi ha installato il bordo ha schiacciato la sede per il telo. può creare problemi. Il rivestimento in PVC armato è di norma garantito 10 anni. Mediamente la sua vita è anche superiore. Se l'acqua della piscina viene mantenuta con valori di PH e Cloro corretti, il telo dura tranquillamente anche 14/15 anni. Questo tipo di rivestimento garantisce una maggiore sicurezza rispetto alle piastrelle o all'intonaco verniciato per quello che riguarda la tenuta idraulica. Se la struttura sottostante, in cemento o in pannelli di acciaio, nel tempo dovesse avere delle fessurazioni ecco che il telo, salvo non siano proprio cedimenti strutturali, consente comunque di avere una garanzia di tenuta.



 Bordo sfioratore con pietra sovra sfioro

Bordo sfioratore con pietra sovra sfioro


    


Copyright © 2020 Vannini Aqua & Pool S.n.c. - P.Iva 02814791204
Company Info | Privacy policy | Cookie policy

OrangePix - Web Agency a Biella