COME SI EFFETTUA LA MANUTENZIONE ORDINARIA DELLA PISCINA?

Se hai una piscina, interrata o fuori terra, saprai anche che per goderne al massimo è necessario effettuare delle operazioni di manutenzione settimanali che, se eseguite nel modo corretto, porteranno numerosi vantaggi nel breve e nel lungo periodo contribuendo ad una riduzione dei costi di gestione e dei consumi.


Quando si parla di Manutenzione Ordinaria della Piscina ci si riferisce a tutte le attività svolte nel periodo di frequente utilizzo della vasca che ne consentono una migliore fruizione, rendono l’acqua più limpida e con valori nella norma.


Ma come si effettua la manutenzione della piscina? Nei prossimi paragrafi troverai gli step necessari da seguire per fare un ottimo lavoro.

 

RIMUOVI LO SPORCO DALLA SUPERFICIE

Munisciti di retino a sacco oppure di superficie e inizia a raccogliere tutto lo sporco depositato sulla superficie dell’acqua: insetti, foglie, capelli ed eventuali detriti più grossi caduti sul fondo.


DEDICATI ALLA PULIZIA DELLE SCALETTE E DELLA LINEA DI GALLEGGIAMENTO

Per una corretta manutenzione è fondamentale anche pulire gli accessori presenti all’interno della vasca, come scalette, trampolini o scivoli, utilizzando detergenti appositi, biodegradabili che non inquinino l’acqua, come Mini Pool e SPA Cleaner, e una spugnetta (o panno morbido) che rimuova lo sporco senza però rovinare i materiali.


Nel caso degli impianti a skimmer è fondamentale dedicarsi anche alla pulizia della linea di galleggiamento (o linea acqua) che a causa del sole tende inevitabilmente a scurirsi e a compromettere la piscina sia a livello estetico che funzionale. Se vuoi approfondire l’argomento, ti consigliamo di leggere questa breve guida su come pulire la linea di galleggiamento.


PULISCI IL FONDO E LE PARETI

E ora, il momento clou: la pulizia del fondo vasca e delle pareti.


Qui hai due possibilità: utilizzare l’aspirafango manuale (che in genere viene anche fornito in dotazione con l’acquisto della piscina) oppure automatizzare l’operazione affidandoti ad un robot pulitore.

Ma procediamo con ordine!


Nel primo caso, dovrai collegare l’aspirafango allo skimmer o ad una presa di aspirazione dedicata. Con questo sistema sei tu che pulisci la tua piscina, manualmente, andando ad agire più o meno vigorosamente dove ce n’è più bisogno. La pulizia dell’intera vasca, con questo sistema, può richiedere un bel po’ di tempo, molto dipende dalle dimensioni della piscina stessa e dalla potenza della pompa (che farà variare di conseguenza la forza aspirante). Tuttavia, questa è una buona soluzione che può essere adottata anche nei casi di “sporco massiccio”.


Nel secondo caso, invece, sarà il robot pulitore ad occuparsi della pulizia dell’intera vasca, in modo automatico, agendo su fondo, pareti, buca tuffi o scale. Tu dovrai solo collegarlo ad una presa di corrente. La maggior parte dei robot sono dotati di sistema di scansione dello sporco e di cartucce filtranti in grado di trattenere i detriti a diversi livelli oltre ad un comodo swivel che impedisce al cavo di attorcigliarsi. I modelli più recenti, inoltre, sono totalmente cordless.


È un grande aiuto nelle operazioni di manutenzione ordinaria e una soluzione molto utile per chi vuole la piscina sempre pulita con uno sforzo minimo. In commercio ce ne sono per tutte le esigenze e tutti i budget.


Se stai valutando l’acquisto di un robot, scopri qui come scegliere quello che fa al caso tuo.


PERIODICAMENTE, PULISCI ANCHE GLI SKIMMER, LA POMPA E IL FILTRO

Per mantenere l’acqua in buone condizioni e permettere alla piscina di funzionare nel modo giusto è necessario pulire ogni settimana anche gli skimmer e gli altri componenti dell’impianto come la pompa o il filtro (a sabbia, a cartuccia oppure a calza).


ESEGUI L’ANALISI DELL’ACQUA

Poni particolare attenzione ai valori dell’acqua eseguendo una corretta analisi. Ti servirà per capire se l’acqua è balneabile e in buona salute. Tenere monitorati i valori dell’acqua ti risparmierà interventi d’urto o, nel peggiore dei casi, l’inutilizzo della piscina.

Per approfondire, leggi la guida su come effettuare l’analisi dell’acqua.


INTRODUCI I PRODOTTI CHIMICI (SOLO SE E QUANDO NECESSARIO)

Anche l’eccesso di prodotti chimici può compromettere la salubrità dell’acqua, quindi introduci sempre e solo le quantità necessarie a ristabilire i valori, rispettando le dosi riportate sulle etichette dei prodotti stessi e tenendo in considerazione i risultati dell’analisi.

 

Questi passaggi sono validi sia per le piscine interrate che per quelle fuori terra e ricorda: prendersi cura della piscina con una manutenzione costante e corretta è l’unico modo per poterne fruire in totale sicurezza e serenità.


Hai dubbi oppure necessiti di supporto nella gestione della tua piscina?

Contattaci, saremo felici di aiutarti!





Copyright © 2024 Vannini Aqua & Pool S.r.l. - P.Iva 02814791204
Company Info | Privacy policy | Cookie policy | Preferenze Cookie